Locandina_LR.jpg

Tattoo Portraits

18.9.15-18.10.15

Mostra personale di Pepe a cura di Marta Bandini e Elettra Bottazzi

INAUGURAZIONE 18 settembre ore 18.30

Alessandro Negrini (a.k.a. Pepe) tatua dal 1996, apre il suo primo studio nel 2001 a Viareggio e in seguito, grazie alla collaborazione di Zuno, fonda nel 2009 il “Pepe & Zuno Electric Tattooing Viareggio”. Recentemente ha riscoperto la pittura e in particolare l’acquerello, che aveva abbandonato dopo gli studi di Belle Arti per dedicarsi interamente all’arte del tatuaggio. Lyle Tuttle, Cindy Ray, Don Ed Hardy, Samuel O’Reilly, Mildred Hull sono solo alcuni degli “old timers”, pionieri del tatuaggio moderno, spesso sconosciuti anche a quanti oggigiorno decorano il proprio corpo con questa tecnica.  Pepe, tra il 2014 e 2015, ha sentito l’esigenza direalizzare una serie di ritratti che vogliono essere un tributo ai maestri del passato che hanno contribuito a costruire la storia del tatuaggio, osteggiando i pregiudizi della società occidentale e dedicandosi alla creazione di una professione fino ad allora battezzata con il nome di “marchio di Caino”. Le oltre cinquanta opere in mostra sono divise in tre cicli: 30 ritratti in formato 20x30 cm, dall’inventore della macchinetta elettrica Samuel O’Reilly a Don Ed Hardy e quanti hanno dato origine al cosiddetto “Rinascimento del tatuaggio”, ovvero l’era del tatuaggio moderno; Blue Ladies, 9 acquerelli in grande formato di donne tatuate; Tattooed Faces, 18 opere in formato 31x31 cm di primi piani di volti brutalmente tatuati. Pepe, da sempre affascinato dall’acquerello, si avvale di questa tecnica artistica rapida e versatile grazie alla quale può liberarsi da quei gesti contenuti e ponderati costretti nelle linee di contorno, tipiche dell'arte del tatuaggio. Attraverso diverse tecniche di realizzazione, gli acquerelli diventano quasi dei biglietti da visita d’epoca e fotografie di un mondo a noi lontano ma allo stesso tempo contemporaneo e attualissimo, tracciando un filo rosso che collega il passato al presente. L'arte del tatuaggio rivendica oggi il suo spazio oltre il corpo, arrivando fino alle gallerie: come arte che viaggia a partire dalla nostra pelle e che racconta e mostra la storia delle nostre vite e del mondo in cui viviamo. 

Le opere sono selezionate dalla raccolta Tattoo Portraits presenti nell’omonimo libro curato da Romina Bicicchi (a.k.a. Mina Von B.) e pubblicato da Surith, Roma nel maggio 2015.

English version

Alessandro Negrini (a.k.a. Pepe) has been tattooing since 1996, opening his first studio in Viareggio in 2001, and thanks to his partnership with Zuno has gone on to establish "Pepe & Zuno Elctric TattooingViareggio" in 2009. He has recently returned to painting, and to watercolour in particular, which he had abandoned following his studies at Belle Arti to devote himself entirely to the art of tattoos. Lyle Tuttle, Cindy Ray, Don Ed Hardy, Samuel O'Reilly, MIldred Hull are but a few of the "old timers" considered pioneers of modern tattooing, often unknown to those who now embellish their bodies with this technique. Through 2014 and 2015, Pepe has felt the urge to to paint a series of portraits as tribute to the masters of the past who have given their contribution to the history of tattoo art, opposing the prejudice of Western society and committing themselves to the creation of a profession branded as the "Mark of Cain" in those days. Exhibited are over fifty paintings split into three tiers: thirty 20x30 cm portraits, from Samuel O'Reilly, the inventor of the modern rotary tattoo machine, to Don Ed Hardy and others who initiated the "Tattoo Renaissance", the era of modern tattooing; Blue Ladies, nine large watercolours portraying tattooed women; Tattoed Faces, eighteen 31x31 cm close-ups of brutally tattooed countenances. Ever fascinated by watercolour, Pepe employs this swift and versatile artistic technique which allows him to break free of those pondered and contained strokes confined to the outline,  typical of tattoo art. By means of an array of techniques the watercolours come to echo vintage postcards,  photographs of a world that is far away from us yet contemporary and originative, spinning a thread which brings together past and present. Today tattoo art is claiming its space beyond the body, all the way to art galleries, as an art form that begins on our skin and tells the tale of our lives and the world we live in. 

The paintings are a selection of the collection "Tattoo Portraits" which can be found inthe omonimous book edited by Romina Bicicchi (a.k.a. Mina Von B.) and published by Surith, Roma in May 2015.